Greentips…consigli verdi – L’agricoltura verticale

21 luglio 2009 at 14:34 2 commenti


1-9-vertical-garden-1Ritorniamo sul tema degli orti urbani, perché è un argomento di grande attualità, in fase di forte espansione e, se valutato con la giusta prospettiva potrebbe attenuare le carenze di cibo nel mondo, nonché abbassare i danni ambientali dovuti all’inquinamento.

L’agricoltura urbana, di per sé, non è un argomento nuovo. Da sempre gli uomini hanno integrato le città (un tempo rurali) con orti domestici che soddisfacevano alle esigenze di ogni famiglia e permetteva di produrre sufficiente frutta e verdura anche per le occasioni in cui gli orti casalinghi non bastassero.

Con l’incremento della cementificazione, il boom economico, l’abbandono delle campagne per le città e il cambio dei ritmi di vita la coltivazione nei propri orti di frutta e verdura si è persa e oggi può sembrare una eccentrica attività destinata a pochi.

Ma non è così.

I vantaggi di reintrodurre nelle nostre città la coltivazione di frutta e verdura porterebbe dei vantaggi enormi per tutti. Eccone alcuni, che potrebbero essere discussi a parte, data la vastità degli argomenti che ne potrebbe scaturire da una loro attenta analisi:

  • Intanto, cosa da non sottovalutare, l’aspetto delle città migliorerebbe sensibilmente. La qualità della vita in una città verde e accogliente ne verrebbe influenzata, a vantaggio di tutti.
  • Analizzando alcuni aspetti più tecnici, la coltivazione di orti urbani (siano essi sui tetti o verticali) diminuirebbero l’inquinamento atmosferico. Infatti, una produzione locale razionale e ben distribuita diminuisce l’uso di mezzi agricoli e i trasporti, con il conseguente calo dei consumi di petrolio.
  • La produzione domestica su piccola scala non fa uso di pesticidi chimici, fertilizzanti o erbicidi. Questo significa che la verdura raccolta è sana e non porta conseguenze negative a chi le consuma.
  • Con alcuni accorgimenti e un sistema di riciclo delle acque, si potrebbe raccogliere l’acqua piovana per l’irrigazione e si potrebbero convertire le acque scure e grigie in acqua potabile.
  • I campi extra cittadini, riportati ai loro ritmi produttivi naturali, riequilibrerebbero le funzioni degli ecosistemi.
  • I giardini verticali, i tetti verdi e gli orti sui tetti aiutano a isolare gli edifici, ottenendo un vantaggioso risparmio energetico
  • I giardini verticali assorbono raggi UV e CO2 dall’atmosfera
  • E’ possibile diminuire anche i rifiuti organici, creando compost dai propri scarti. Se questa diventasse un’abitudine consolidata non solo a livello individuale, si potrebbe ottenere una notevole quantità di compost anche dagli scarti dei numerosissimi ristoranti.
  • E’ possibile risparmiare risorse idriche, in quanto agli orti verticali serve molta meno acqua rispetto all’agricoltura tradizionale.
  • E’ possibile sfamare molte più persone, perché il rendimento di un ettaro di orti urbani corrispondono a 4-6 ettari di orti tradizionali

2009-07-19_110541Gli orti verticali sono facili sia da allestire, che da mantenere. In commercio esistono alcune strutture specifiche che si possono installare sui muri di casa propria, ma per creare un orto in piccolo basta anche un po’ di fantasia. Per esempio, si può utilizzare una scarpiera di iuta, o appendere vasi sulle pareti e collocare in ognuno una piantina.

Chi non volesse cimentarsi in orti urbani può sperimentare la coltivazione di piante officinali sul balcone. Basta acquistare alcune fioriere lunghe e profonde, riempirle di terra (in vivaio otterrete tutti i consigli necessari) e piantare le classiche piantine di salvia, rosmarino, erba cipollina, menta, basilico, ecc. ecc. Sarà così possibile avvicinarsi alla gestione degli orti urbani con semplicità e soddisfazione, portando in tavola i sani sapori dell’autoproduzione.

Per saperne di più:

vision4ourcities.com

genitronsviluppo.com

greenupgrader.com

About these ads

Entry filed under: Ecologia, Energia, Giardini pensili, giardini verticali e orti urbani. Tags: , , , , , , , , .

Greentips… consigli verdi – Il riscaldamento globale 1 Greentips…consigli verdi-il vetro

2 commenti Add your own

  • [...] Mettete delle protezioni isolanti a porte e finestre: la diminuzione di spifferi fa risparmiare nel riscaldamento della casa se potete, installate pannelli solari e create giardini pensili [...]

    Rispondi
  • 2. luciosans  |  29 luglio 2013 alle 10:28

    Vertical farm? Forse la soluzione è più “terra terra” e forse è stata trovata da un italiano già nel 2006 :Un nuovo tipo di AGRICOLTURA senza OGM: sana, redditizia, è POSSIBILE ! con il Brevetto industriale n° 1372755 dal titolo “Meccanismo/serra a ruote panoramiche ”.La finalità del congegno è di affiancare un nuovo tipo di agricoltura a quella tradizionale a sviluppo planimetrico: si sviluppa in verticale. E’ una struttura meccanica coperta a forma di girarrosto/bobina. E’ fatta di vetroresina (vascone, colonne, pulegge, vasche, serbatoio, copertura) mentre le parti metalliche sono d’acciaio inox. E’ attivata dalla sola forza di gravità, soggetta a rotazione, con esposizione temporale delle colture alla luce del sole ed una migliore, naturale aereazione. Tra le pulegge della bobina sono inserite e longitudinalmente a esse agganciate n° 24 vasche ove l’humus, sempre adatto al tipo di coltura che si vuole praticare, è preparato “industrialmente”, con i sali minerali e i concimi giusti ed è riciclabile. Ne può fare ampio uso il vivaista ed è ideale per coltivarci tutti i tipi di verdura, fiori, piante aromatiche, fragole, ecc. Le dimensioni reali sono di ca. cinque metri di larghezza, profondità e altezza (fuori dal terreno) ma, se realizzata in scala ridotta (con piccole modifiche) può collocarsi su terrazzi e balconi, dando libero sfogo ai “contadini della domenica”. Triplica la superficie coltivabile perché sfrutta lo spazio aereo. Riduce dell’80% il fabbisogno d’acqua poiché mirata alle sole piantine e quella in eccesso viene recuperata . Consente agli addetti di lavorare da fermi e all’asciutto, evitando loro stancanti camminate nel fango e inutili piegamenti. Le colture sono protette dalle intemperie. Per saperne di più, contattare il Sig. Luciano Sansone al 388 7983413 che vi fornirà la documentazione riguardante il funzionamento, completa di particolari costruttivi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Unisciti agli altri 442 follower

Feeds

Seguici su Twitter

  • Questa immagine vi spiega sinteticamente perchè pensiamo che il nostro ritorno avverrà presto! Un grazie sincero... fb.me/2BqTSHeIs 1 week ago

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 442 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: